Turniej Tłumaczy 2004

Ewa Lipska
O czym myśli dziewczyna na lekcji gramatyki języka polskiego

A che cosa pensa una ragazza durante la lezione di grammatica polacca

E arrivato il trenta novembre. O qualsiasi altro giorno.
Esce da una fotografia di un libro illustrato, in pantaloncini corti, di quelli che si usano d’estate..
O da uno schermo, insieme ad un crepuscolo di Godard
ed una rosa selvaggia che parla da sé.

Andremo su quell’isola
che disegneremo sulla mappa
e la stanza d’albergo ondeggerá
come una nave fra le nuvole.
Chi di noi riuscira a salvarsi?
(La ragazza formula questo pensiero
con il salvagente al cuore)

L’insegnante porta dei calzini rossi
e le gambe, ben in vista, sporgone in avanti.
Come se capisse la superiorită del tempo
e la serietá del pensiero.
La sveglia dell’ immaginazione. Il battito del cuore.
Lo stato febbrile della notte. La notte: una forma del tempo.
Una forma del tempo passato
composta dalle forme verbali: saro, sarai,
saremo, sarete, saranno
o dall’ infinito: amare.
Io amero.

Przetłumaczone na język włoski przez:
Alfonso de Paolini (Włochy)

A cio pensa una ragazza durante la lezione di grammatica italiana

Si mostra il tredici ottobre. Oppure
un qualsivoglia giorno.
Abbandona una fotografia di una rivista illustrata
in calzoncini attillati che ordina per l’estate.
Oppure da uno schermo. Nel crepuscolo di Godard
e con una rosa selvatica, la quale sostituisce per noi il doppiaggio.

Andiamo su un’isola,
che possiamo disegnare sulla cartina geografica.
La camera in comune nella pensione ondeggera
come un bastimento tra le nuvole.
insieme a noi
chi si salverá?
(la ragazza passa a questo pensiero
con un salvagente
nel cuore)

L’insegnante in piedi veste ostentatamente
calzini rossi, protendendosi in avanti.
Come si potrebbe capire il vantaggio del tempo
e l’autorevolezza del pensiero.
L’allarme dell’ immaginazione. I timpani del cuore.
Lo stato subfebbrile della notte. La notte: forma del tempo
Il tempo futuro composto di desinenze: -ero, -erai, -eremo, -erete, -eranno
Nonché della radice dell’infinito del verbo: amare.
Amero.

Przetłumaczone na język włoski przez:
Francesca Passaro (Włochy)

Accessibility